Archives

2019: ricostruire il passato, plasmare l’identità

[IT] È difficile non rimanere colpiti da come, a settant’anni dalla fondazione della Repubblica popolare cinese, il 2019 sia iniziato con un particolare monito rivolto da Xi Jinping ai massimi funzionari del Partito-Stato cinese convocati presso la Scuola centrale del Partito di Pechino: che gli anniversari degli eventi che cadono quest’anno non fossero forieri di disordini. Il ruolo della storia nella definizione dell’identità cinese contemporanea resta centrale. Per la dirigenza cinese ricordare date spartiacque nel tortuoso percorso di costruzione della Cina moderna – quali il 4 maggio 1919 o il 1° ottobre 1949 – è un dovere morale, ma implica anche massima cautela rispetto ai margini di dibattito ammissibili intorno alla versione canonica della storia patria. Analogamente, il silenzio su altri anniversari, primo tra tutti il 30° dalle proteste represse di piazza Tian’anmen è altrettanto funzionale alla costruzione dell’identità collettiva, estranea a un passato cui non conviene ricondurre le radici della Cina di oggi.

SIPRI Yearbook Summary 2019: edizione italiana

[IT] Dal 2011, in accordo con il SIPRI, T.wai offre al pubblico la traduzione italiana della sintesi del SIPRI Yearbook, considerato in tutto il mondo una fonte autorevole e indipendente di dati e analisi su temi relativi ad armamenti, disarmo e sicurezza internazionale, armi e tecnologia, spesa militare, commercio e produzione di armi, conflitti armati e gestione del conflitto, nonché agli sforzi volti al controllo delle armi convenzionali, nucleari, chimiche e biologiche.

Southeast Asia at the crossroads

In 1966, Robert F. Kennedy delivered a speech with this quote: ‘There is a Chinese curse which says “May we live in interesting times”. Like it or not, we live in interesting times. They are times of danger and uncertainty; but they are also the most creative of any time in the history of mankind.‘

The EU-Singapore Free Trade Agreement, advantages to firms or lack of clarity on procedures?

On October 19th 2018, in the occasion of the 12th Asia-Europe meeting in Brussels, a Free Trade Agreement (EUSFTA) was signed between the European Union and Singapore, allegedly aimed at cutting tariffs, removing trade barriers and simplifying trade rules between the two parties. This document was complemented by an Investment Protection Agreement (EUSIPA) bound to replace 12 previous bilateral treaties between the two parties. With these proceedings, trade commissioners of both parties publicly conveyed their willingness to enhance businesses’ savings and safeguard consumer protection, social rights and environmental rules in the countries of the European Union as well as Singapore.

From the TPP 12 to the TPP 11 and competition with the RCEP

Whether the TPP raises RCEP’s future standards will depend on the success and international image of China’s capitalism, and on Washington’s regional influence.

Copyright © 2021. Torino World Affairs Institute All right reserved