Research & Policy Papers

Cina – Il Mediterraneo nelle nuove Vie della Seta
Osservatorio di Politica Internazionale del Parlamento italiano - Approfondimento n. 132 (Maggio 2017)

Jun 1, 2017 Research & Policy Papers Global China

La “Belt and Road Initiative” (BRI) o “One Belt One Road” (OBOR) è l’ambizioso progetto di politica industriale e finanziaria transnazionale presentato da Xi Jinping, Presidente della Repubblica Popolare Cinese e Segretario generale del Partito Comunista Cinese, nell’autunno del 2013. Principalmente rivolto al continente eurasiatico, esso coinvolge ufficialmente 65 paesi (Cina compresa) nei quali si concentrano quasi il 30% della ricchezza e oltre il 60% della popolazione mondiale. Tra questi figurano 9 membri dell’Unione Europea: Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania, Slovenia.

Pechino 2017: la Cina di Xi Jinping verso il rinnovo della leadership
Osservatorio di Politica Internazionale del Parlamento italiano - Nota n. 71 (Novembre 2016)

Nov 9, 2016 Research & Policy Papers Giovanni B. Andornino Global China

A otto anni dallo scoppio della crisi finanziaria globale l’atmosfera in Cina è ben diversa dal senso di rivalsa che sembrò catturare il paese nell’estate del 2008, quando l’orgoglio nazionale veniva esaltato dalle Olimpiadi di Pechino proprio mentre le certezze dell’Occidente franavano sotto il peso di un lustro di speculazioni mal regolate. Agli occhi dei decisori cinesi oggi il problema è che le condizioni di contesto non sono cambiate a sufficienza, mentre i margini di manovra di Pechino si sono alquanto ristretti.

Il provvisorio rinascimento del Myanmar
Osservatorio di Politica Internazionale del Parlamento italiano - Nota n. 65 (Agosto 2016)

Aug 3, 2016 Research & Policy Papers Giuseppe Gabusi Changing World Politics

L’Unione del Myanmar, un paese di più di 51 milioni di persone caratterizzato da una varietà etnica unica al mondo, sta affrontando da alcuni anni una triplice transizione: politica, economica e di sicurezza interna. Le sfide che il Myanmar deve affrontare sono quindi molteplici: il pesante coinvolgimento dei militari nell’economia del Paese, lo sfruttamento legale e illegale delle risorse naturali, incluse le pietre preziose, la coltivazione di papavero da oppio e la produzione di anfetamine sono tutti elementi che rendono le transizioni del Myanmar estremamente complesse, tra loro intimamente collegate, e dall’esito tutt’altro che scontato.

Prospettive del dialogo euro-asiatico
Osservatorio di Politica Internazionale del Parlamento italiano - Approfondimento n. 118 (Aprile 2016)

Apr 15, 2016 Research & Policy Papers Anna Caffarena, Giovanni B. Andornino, Daniele Brigadoi Cologna, Daniele Brombal, Carlotta Clivio, Giuseppe Gabusi, Andrea Ghiselli, Gabriele Giovannini Global China Changing World Politics

Caratterizzata da informalità e flessibilità, l’ASEM costituisce un’importante occasione di dialogo tra due regioni, l’Asia e l’Europa, sempre più significativamente legate da relazioni tra individui e istituzioni, infrastrutture materiali e digitali, corridoi energetici, circolazione di beni, e naturalmente problemi comuni quali sfide ambientali e di sicurezza.

Cina 2020: implicazioni globali del nuovo ciclo di riforme e prospettive per il partenariato strategico con l’Italia
Osservatorio di Politica Internazionale del Parlamento italiano - Approfondimento n. 112 (Novembre 2015)

Nov 25, 2015 Research & Policy Papers Global China

Nell’arco di appena quarant’anni la Repubblica Popolare Cinese ha saputo abbandonare il radicalismo autarchico di epoca maoista per emergere come seconda economia al mondo, forza trainante per la crescita economica globale, caso emblematico di successo in fatto di sviluppo umano e infrastrutturale, e attore credibile nella governance dell’ordine internazionale. Il governo del paese è tuttora retto dal Partito Comunista Cinese, che legittima il proprio perdurante monopolio politico in ragione della straordinaria performance economica cui ha condotto il paese, ma anche mediante l’attiva sollecitazione di un diffuso patriottismo presso la società cinese. Ufficialmente aperto alla rappresentanza delle forze produttive più avanzate, inclusi i rappresentanti del vigoroso capitalismo privato e di Stato, il Partito-Stato cinese è guidato da Xi Jinping, primus inter inferiores in un ordinamento di matrice leninista che punta a realizzare una “società moderatamente prospera” entro il 2020 e a restituire piena autorevolezza alla Cina nel sistema internazionale.

  • T.wai JOURNALS

    GLOBAL POLITICS LIBRARY

    OPENING HOURS

    Library services are available to Library Members on the following days:

    Monday: 10.00 am-1.00 pm
    Tuesday: 2.00-5.00 pm
    Thursday: 2.00-5.00 pm

    EVENTS

    • 13
      Jul
      Thu
      26
      Aug
      Sat

      ChinaMed Business Program (CMBP) 2017

      The 5th edition of CMBP is hosted by Peking University and takes place across Beijing, Xi’an and Shenzhen (China) from July 13th to August...   Read More

      Beijing Shi, Pechino, Cina

    • 03
      Jul
      Mon
      14
      Jul
      Fri

      Engaging conflict Summer School 2017

      Engaging Conflict – Torino, from 3 to 14 July 2017 The Engaging Conflict Summer School is designed to equip committed students, early-career researchers and...   Read More

      Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena, Torino, TO, Italia

    FIND ALL EVENTS

©2017 Torino World Affairs Institute | via Ponza 4, 10121 Torino Italy | +39 011 195 67 788 | info@twai.it