Formiche – 20 agosto 2021

“Non c’è dubbio che ci siano varie opportunità per la diplomazia cinese per continuare a screditare gli Stati Uniti e cercare di indebolirne l’influenza. Per esempio, non sarebbe sorprendente se la questione afgana venisse usata sia per convincere gli europei dell’importanza di una maggiore autonomia strategica, intesa come maggiore distanza da Washington. Sicuramente anche altri Paesi saranno recettivi alle critiche cinesi nei confronti degli americani e, più in generale, l’Occidente”.

“Gioie e dolori della Cina in Afghanistan”, l’intervista ad Andrea Ghiselli (T.wai & Fudan University) su Formiche.

Andrea Ghiselli

Research Fellow

Andrea Ghiselli is a non-resident Research Fellow at T.wai and an Assistant Professor of International Relations and Public Affairs at Fudan University (Shanghai).

Copyright © 2021. Torino World Affairs Institute All right reserved