Formiche – 2 Giugno 2021

“La Cina ha ormai una presenza importante, pervasiva nel Mediterraneo. Concentrata sul mondo degli affari, ma in modo globale e sistemico. Già nel 2011, quando è scoppiata la rivoluzione contro Gheddafi, in Libia erano presenti tra i 35mila e i 36mila cinesi. Tecnici, operai, ingegneri. In quattro giorni sono stati tutti rimpatriati, via Atene o Alessandria d’Egitto. Un’immagine che dà l’idea del peso della Cina nelle infrastrutture e nelle opere pubbliche nordafricane. Cui si aggiunge una presenza economica che va dall’Egitto al porto del Pireo fino ai Balcani.”

L’intervista a Romano Prodi, già presidente della Commissione Europea e attuale membro del comitato di indirizzo di T.wai, a margine del primo della serie di convegni “A Strategic Nexus: the Euro-Mediterranean Region and China“, organizzati da Formiche e dal progetto ChinaMed del TOChina Hub.

Copyright © 2021. Torino World Affairs Institute All right reserved