Archives

Piracy and the Privatisation of Maritime Security. Vessel Protection Policies Compared

In response to pirate attacks in the Western Indian Ocean, countries worldwide have increasingly authorized the deployment of armed guards from private military and...   Read More

Il peacebuilding italiano: un primo ritratto e due possibili sviluppi

[IT] Le pagine di Human Security hanno accolto, in questo numero, una riflessione sul peacebuilding italiano attraverso le voci dei suoi protagonisti. L’interessante ritratto che emerge ne evidenzia i tratti costitutivi, le peculiarità, i punti di forza e le debolezze. L’auspicio è che questo quadro di sintesi possa costituire una traccia per riflessioni future, ma anche un contributo utile a valorizzare e rafforzare questa importante prassi nel nostro paese.

Il contributo italiano agli sforzi dell’OSCE nel sostenere la pace. Intervista a Mario Alberto Bartoli, Capo VI Ufficio (OSCE) della Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza presso il MAECI

[IT] L’Italia è tradizionalmente tra i principali sostenitori dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), impegno che ha ricevuto conferma e nuovo impulso nell’anno della Presidenza italiana dell’Organizzazione, estesasi lungo tutto il 2018. È utile ricordare che, in un’organizzazione priva di personalità giuridica e di strutture sovranazionali con funzioni esecutive o normative, la Presidenza rappresenta l’unico organo di indirizzo politico e di rappresentanza.

Osservare il peacebuilding italiano con gli occhi dei suoi protagonisti

[IT] Dalla fine della Guerra Fredda a oggi, il peacebuilding è divenuto prassi diffusa all’interno della comunità internazionale, tanto nell’ambito dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), quanto presso altri fora multilaterali e singoli stati. Il concetto fu coniato dallo studioso norvegese Johan Galtung per riferirsi alla costruzione e al sostegno di strutture sociali capaci di produrre e mantenere una pace sostenibile.

Il Sole 24 Ore – 11 gennaio 2020

[IT] Stefano Ruzza (T.wai & Università di Torino) intervistato da Sara Deganello su spesa militare e crisi in Medio Oriente per Il Sole 24 ORE, edizione premium.

Authoritarian resilience through top-down transformation

Stefano Ruzza (T.wai – Torino World Affairs Institute and Università degli Studi di Torino) and Giuseppe Gabusi (T.wai – Torino World Affairs Institute and Università degli Studi di Torino) discuss about Myanmar’s political transition in the article “Authoritarian resilience through top-down transformation: making sense of Myanmar’s incomplete transition”.

Comparing Peace Processes

Stefano Ruzza (T.wai – Torino World Affairs Institute and Università degli Studi di Torino) is author of the chapter “Myanmar” in the first edition of “Comparing Peace Processes”, a comparative survey of 18 contemporary peace processes conducted by leading international scholars and edited by Alpaslan Özerdem and Roger Mac Ginty.

InfoSec Monitor – 18 aprile 2019

[IT] Stefano Ruzza (Università degli Studi di Torino) racconta come la divisione di ruoli tra pubblico e privato nella garanzia di servizi di sicurezza stia subendo un processo di ristrutturazione di portata internazionale, dove le Private Military and Security Firms risultano spesso in prima linea.

Security privatisation at sea: Piracy and the commercialisation of vessel protection

This article conducts a congruence testing of the main theoretical explanations for the use of PSCs on land against UK, Dutch and Italian vessel protection policies.

TV2000 – 29 novembre 2017

[IT] Stefano Ruzza (Università degli Studi di Torino) commenta Il terzo giorno del Papa in Myanmar per TV2000.

  • T.wai JOURNALS

    EVENTS

    • 02OctFri
      30NovMon

      TOAsia Export Training 2020

      TOAsia Export Training, il nuovo programma di formazione organizzato da T.wai e dalla Camera di Commercio Italia Myanmar, con il sostegno della Camera di...   Read More

      Camera di Commercio Italia – Myanmar, Corso Galileo Ferraris, Turin, Metropolitan City of Turin, Italy

    FIND ALL EVENTS

©2017 Torino World Affairs Institute | Corso Valdocco 2, 10122 Torino Italy | +39 011 195 67 788 | info@twai.it | Privacy Policy | Cookie Policy