Giuseppe Gabusi

Head of Program

Giuseppe Gabusi is Head of T.wai’s Asia Prospects Program and an Assistant Professor of International Political Economy and Political Economy of East Asia at the University of Torino.

Contacts

Archives

[LA RECENSIONE] Cina: una storia millenaria Torino

Mar 15, 2015 Giuseppe Gabusi

Kai Vogelsang, Cina: una storia millenaria Torino, Einaudi, 2014 Spesso, per abitudine o pigrizia, torniamo a camminare su monti conosciuti e già frequentati, confortati...   Read More

Myanmar’s tentative renaissance

Jan 15, 2015 Giuseppe Gabusi, Nicholas Farrelly Research & Policy Papers

The special issue of the European Journal of East Asian Studies entirely devoted to Myanmar's transitions and co-edited by Giuseppe Gabusi and Nicholas Farrelly, respectively Head of Program and Research Fellow at T.wai, has just been released.

[LA RECENSIONE] Racconti di templi e di divinità. La religione popolare cinese tra spazi sociali e luoghi dell’aldilà

Dec 3, 2014 Giuseppe Gabusi

Alessandro Dell’Orto, Racconti di templi e di divinità. La religione popolare cinese tra spazi sociali e luoghi dell’aldilà, Roma, Aracne, 2014 Camminando per le...   Read More

[LA RECENSIONE] Sviluppo sostenibile e Cina. Le sfide sociali e ambientali nel XXI secolo

Nov 3, 2014 Giuseppe Gabusi

Nicoletta Ferro (a cura di), Sviluppo sostenibile e Cina. Le sfide sociali e ambientali nel XXI secolo, Roma, L’asino d’oro edizioni, 2014 Tutti noi...   Read More

[LA RECENSIONE] Quando l’oriente si tinse di rosso. Saggi sulla rivoluzione cinese.

Sep 3, 2014 Giuseppe Gabusi

[IT] Tra qualche anno si celebrerà il primo centenario del Partito comunista cinese (Pcc), oggi a capo della seconda economia mondiale. Che cosa sa il lettore italiano degli anni in cui il Pcc ha forgiato, con il ferro e con il fuoco, la propria identità? Quanto è importante capire la storia di quegli anni, per comprendere vizi, vezzi, idiosincrasie e virtù dell’organizzazione comunista che ha traghettato la Cina verso il capitalismo (ma non verso la democrazia liberale)? Quanto ancora conta l’eredità degli studi italiani sulla rivoluzione cinese maturati negli anni Settanta, in un contesto culturale così radicalmente diverso dall’attuale?

[LA RECENSIONE] Come la Cina è diventata un Paese capitalista

Jul 3, 2014 Giuseppe Gabusi

[IT] C’erano una volta due gruppi di studiosi, che discutevano tra loro su quali fossero le vere cause dello sviluppo economico cinese nell’età post-maoista. Un gruppo sosteneva le ragioni della convergenza, cioè dell’adozione dei principi, degli incentivi e dei sistemi regolamentari propri delle economie capitaliste avanzate (soprattutto anglosassoni), mentre l’altra corrente di pensiero era più propensa a sottolineare il gradualismo, lo sperimentalismo, la convivenza di stato e mercato come determinanti fondamentali del successo dell’economia cinese.

[LA RECENSIONE] Il Partito e i giovani. Storia della Lega giovanile comunista in Cina

Jun 3, 2014 Giuseppe Gabusi

[IT] “Il mondo è vostro, come è nostro, ma in ultima analisi è vostro. Voi giovani pieni di vigore e vitalità, siete nel fiore della vita, come il sole alle otto o alle nove del mattino. Le nostre speranze sono riposte in voi… il mondo vi appartiene. Il futuro della Cina vi appartiene”. In queste parole – pronunciate da Mao Zedong nel 1957 davanti agli studenti cinesi a Mosca, e citate nel libro di Sofia Graziani che OrizzonteCina propone come lettura del mese – sta la chiave di lettura del ruolo svolto dalla Lega Giovanile comunista in Cina, una delle principali associazioni ufficiali che costituiscono la “cinghia di trasmissione” tra il Partito comunista cinese (Pcc) e le masse.

[LA RECENSIONE] Italia e Cina

May 3, 2014 Giuseppe Gabusi

[IT] Con quale diritto una civiltà si ritiene superiore alle altre? In base a quali canoni? Chi è il barbaro? Se alla fine della lettura di Italia e Cina – il libro che Giuliano Bertuccioli (scomparso nel 2001 dopo una lunga carriera come diplomatico e docente di lingua e letteratura cinese) e Federico Masini (docente di lingua e letteratura cinese alla Sapienza) pubblicarono nel 1996 e che oggi viene riproposto in edizione riveduta e aggiornata – queste domande sorgono spontanee, è perché il testo ha il merito di collocare la storia dei rapporti tra Italia e Cina dall’epoca romana fino al 1911 all’interno del più ampio contesto delle relazioni tra Cina e Occidente europeo

[LA RECENSIONE] Un cristiano alla corte dei Ming. Xu Guangqi e il dialogo interculturale tra Cina e Occidente

Apr 15, 2014 Giuseppe Gabusi

[IT] Qualcuno ricorderà il senso di spaesamento che pervade “Giorni in Birmania” di George Orwell, in cui il protagonista John Flory, giovane funzionario coloniale britannico, si trova in mezzo al guado tra una civiltà a cui appartiene ma che sente sempre meno sua – avendone sperimentato il lato oscuro nella proiezione imperiale – e la cultura nativa, a cui non potrà mai appartenere ma che gli tocca le corde dell’anima come ormai il ricordo della madrepatria non è più in grado di fare.

[LA RECENSIONE] Cultura cinese

Mar 15, 2014 Giuseppe Gabusi

[IT] “Non si riesce a cogliere il perché di un simile fulmineo successo, né a valutarne bene i prezzi e i costi se non si comprende da dove tutto questo proviene, ovvero quali sono le radici profonde che hanno fatto sì che un popolo (…) in poco più di cento anni (…) abbia sopportato guerre, massacri e lotte epocali per arrivare ad essere oggi uno dei grandi protagonisti dello scenario globale sotto la guida di un partito comunista che, senza rivali, è al governo da più di sessant’anni”.

  • T.wai JOURNALS

    EVENTS

    FIND ALL EVENTS

©2017 Torino World Affairs Institute

Corso Valdocco 2, 10122 Torino Italy | +39 011 195 67 788 | info@twai.it | Privacy Policy | Cookie Policy