Archives

Il genocidio fra memoria, diritto e manipolazione politica

[IT] Nonostante l’adozione di un’apposita Convenzione da parte delle Nazioni Unite nel 1948, l’impiego del termine ‘genocidio’ continua a generare confusione e ambiguità – non solo in ambito legale – come sottolineato da Marzia Ponso, ricercatrice e docente di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Torino. Se la Convenzione riporta infatti una definizione ristretta, che esclude le vittime appartenenti a minoranze politiche, i tribunali penali internazionali degli anni novanta hanno fornito una ridefinizione più ampia del fenomeno. Se la distinzione rispetto al ‘democidio’ appare netta, il riconoscimento di molte tragedie storiche come genocidio risulta ancora foriero di scontri e divisioni profonde.

Authoritarian resilience through top-down transformation

Stefano Ruzza and Giuseppe Gabusi (T.wai & University of Torino) discuss about Myanmar’s political transition in the article “Authoritarian resilience through top-down transformation: making sense of Myanmar’s incomplete transition”.

Comparing Peace Processes

Stefano Ruzza (T.wai & University of Torino) is author of the chapter “Myanmar” in the first edition of “Comparing Peace Processes”, a comparative survey of 18 contemporary peace processes conducted by leading international scholars and edited by Alpaslan Özerdem and Roger Mac Ginty.

Le Filippine al tempo di Duterte

Da molti punti di vista, Duterte riflette lo spirito dei tempi: un leader dalla personalità forte, paragonato a Trump per i suoi modi spicci e per la sua postura anti-élite, e descritto come uno dei tanti populisti al potere oggi nel mondo. Ma, a differenza dei suoi omologhi europei, presiede una nazione giovane, vitale, proiettata verso il futuro, malgrado le immense difficoltà tipiche di un Paese in Via di sviluppo.

Increasing public confidence and satisfaction in policing through a victim-centred approach: a pilot project in Kosovo

In the context of SSR programmes, the victim-centred approach not only changes the way policing institutions evaluate their capacity to address citizens’ concerns, but more importantly it shifts the focus of these evaluations, from the police to the victims.

Copyright © 2021. Torino World Affairs Institute All right reserved